Le Segreterie Nazionali di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Ugl Credito e Uilca: «In corso la trattativa, che andrà avanti tutto il giorno, con Federcasse per assicurare la tutela delle lavoratrici e lavoratori bancari del Credito Cooperativo»

bcc_covid

 “Abbiamo chiesto al presidente di Federcasse, Matteo Spanò, alla presenza dei rappresentanti delle Capogruppo, la chiusura per almeno due settimane di tutte le attività rese allo sportello e di quelle che non sono messe in sicurezza dalle stringenti normative in materia di profilassi igienico/sanitaria, garantendo, proprio perché le banche gestiscono un servizio pubblico, l’utilizzo del Bancomat e dei sistemi di home banking”.

È quanto dichiarano unitariamente le Segreterie Nazionali delle cinque Organizzazioni Sindacali del Credito ooperativo.

La richiesta è in linea con quella effettuata ieri all’ABI dai Segretari Generali delle Organizzazioni Sindacali del credito e formalizza anche per le BCC quanto di fatto già richiesto per l’intero settore bancario.

È in corso una trattativa con Federcasse per condividere le misure di sicurezza per le lavoratrici e i lavoratori del Credito Cooperativo che fotografino l’attuale momento, integrando quelle già approvate dai singoli Gruppi e aziende. La trattativa andrà avanti tutto il giorno e l’obiettivo è garantire una soluzione volta ad assicurare la massima tutela in particolare alle lavoratrici e ai lavoratori a contatto col pubblico.

Comunicato Stampa delle Segreterie Nazionali

Ultime News

Start typing and press Enter to search