img_9301photo

Il 20 maggio 2020 si è tenuto il Consiglio territoriale della UILCA Bergamo.

E’ stata una riunione molto partecipata ed emozionante: la situazione di emergenza che i lavoratori ed i nostri sindacalisti fronteggiano ogni giorno da mesi nell’ambito del contagio da Covid 19, ha ancor più pesantemente impattato la città di Bergamo e la sua provincia.

Dopo aver affrontato il tema dell’emergenza, con tutte le sue peculiarità e difficoltà, e aver analizzato altri rilevanti temi di attualità, il Consiglio ha proceduto a salutare il suo Segretario Responsabile, Fabio Donarini, che insieme a Camilla D’Angelo lasciano il ruolo nel territorio per intraprendere la nuova avventura della libertà che solo il pensionamento offre.

Salutiamo con emozione i nostri amici e compagni di viaggio : conoscerli e aver potuto lavorare con loro è stato arricchente umanamente e professionalmente. Un piccolo privilegio per l’intera Uilca. 

Facciamo loro i nostri più sinceri auguri di un futuro pieno di soddisfazioni.

Salutiamo con particolare gratitudine Fabio Donarini, che ha saputo creare una squadra UILCA caratterizzata da sindacaliste e sindacalisti seri, capaci, motivati, volenterosi e dotati di grande senso di appartenenza all’Organizzazione che rappresentiamo.

Dopo un saluto commosso ed un lungo applauso di ringraziamento, il Consiglio ha eletto, per acclamazione, Maria Luisa Serina, detta Marilla, gruppo UBI, Segretaria Responsabile della UILCA di Bergamo.

A Marilla facciamo i nostri più  cari auguri di buon lavoro nella certezza che manterrà sempre viva la determinazione a raggiungere nuovi e ambiziosi obiettivi, con l’impegno che da sempre apprezziamo.

Alla riunione ha partecipato il Segretario Generale UILCA Massimo Masi che, dopo aver ricordato il grande contributo e apporto che Fabio ha dato allo sviluppo dell’Organizzazione nel territorio di Bergamo, ed aver fatto i complimenti e l’augurio di buon lavoro alla neo eletta Segretaria Responsabile, ha ricordato i principali temi oggi sul tappeto e si è soffermato sull’impatto della pandemia in termini di nuove modalità di lavoro e confronto con le lavoratrici e i lavoratori.

Ringraziamo infine per aver partecipato a questo importante momento democratico della nostra Organizzazione ed aver condiviso emozioni che solo una grande squadra dà: Angelo Nozza della UIL Bergamo, le Responsabili di Gruppo Silvia Boniardi (ISP), Claudia Dabbene (UBI), Paola Minzon (BancoBPM), i Segretari territoriali Manuela Frigerio (Como Lecco Sondrio), Marco Mariani (Brescia), Marco Ravanelli (Monza Brianza) e la Segreteria Regionale.

GUARDA TUTTE LE FOTO

rassegna stampa

Mi diverte l’idea di scrivermi l’epigrafe.

Voglio pensare con sfacciata immodestia che l’epigrafe serviva fin dai tempi antichi a celebrare il de cuius ma anche gli dei e l’imperatore. Mi diverte anche l’idea di dare di me stesso alla fine un’immagine un po’ giocosa smontando quella seriosa ed intellettuale che mi è incollata addosso. A fare il Sindacato dal 1989 ho sofferto ma mi sono anche tanto divertito, ho dato ed ho anche molto preso, sono andato incontro alle persone ed ho massimamente ricevuto insegnamenti ed esempi.

A volte ho trovato qualità umana dove non pensavo di trovarla (e non l’ho rintracciata dove me l’aspettavo). La Uil è stata per me una patria ma anche in Uil come prima in Cgil a volte mi sono sentito eretico più che ortodosso, ma la ringrazio la Uil per avermi così apprezzato.

Fare Sindacato, per come la vedo io, è un po’ come scrivere poesie perché allo stesso modo, finché durerà questo mondo ed il lavoro dipendente, è sfidare il futuro, lasciare qualcosa a chi rimane.

E’ come scrivere poesie per chi ne ha il beneficio (non nascondetevi! È un Italiano su quattro) perché è realizzare un’ opera di bellezza e dove più si realizza la bellezza se non nelle relazioni umane?

Grazie amici, grazie concittadini e compagni e buon viaggio.

 Fabio Donarini

La pandemia che ci ha travolto ha fortemente ferito la nostra città e la nostra provincia.

Alla preoccupazione sanitaria si aggiunge ora una forte preoccupazione economica.

L’organizzazione del lavoro è destinata a cambiare anche nelle banche.

Il compito e l’impegno che ci prefiggiamo è quello di un sindacato provinciale vicino al territorio e ai suoi lavoratori.

Un sentito ringraziamento a Fabio per i suoi insegnamenti che saranno la nostra forza.

Maria Luisa Serina

Ultime News

Start typing and press Enter to search